APPRENDERE LA STRATEGIA TRA LE INCERTEZZE

In tutte le aziende la programmazione strategica è un processo, nel quale dopo aver valutato le risorse disponibili, vengono fissati gli obiettivi e le vie strategiche per raggiungerli. Un qualsiasi programma d’azienda deve definire la propria missione, individuare i propri obiettivi, definire i campi di attività e formulare un piano d’azione. 

Fare strategia è come imparare ad andare in bicicletta mentre la si inventa”

 Igor Ansoff

 Il marketing ha la funzione di promuovere la conoscenza sul mercato, individuando i mercati, prodotti, le strategie e le tattiche che portano al successo. Il più delle volte mi accorgo come questa funzione è sempre meno focalizzata verso i valori dell’azienda. I capi azienda nemmeno sanno quali siano….sono concentrati ad inseguire le urgenze e tutto ciò che ormai sta andando perso. Manca la strategia sui processi e soprattutto sulla squadra che ne fa parte. Ma quali sono le decisioni da prendere per promuovere un bene? I “markettari” risponderebbero tramite gli elementi del marketing mix! La risposta è incompleta….molte volte mi capita di dialogare con gli “esperti” del settore i quali non hanno la minima idea di cosa vuol dire informare e formare la propria squadra di vendita. Per promuovere un prodotto o servizio con le leve del marketing mix dobbiamo rendere complementari le persone che lavorano con noi verso un unica direzione d’impresa…versa una vision alimentata dai propri valori. Manca la partecipazione e l’ascolto nei confronti di una squadra che deve promuovere un prodotto o servizio….la causa? La perdita del cliente! Attuare la giusta strategia permette di incidere sulle decisioni d’acquisto e incrementare la fiducia e la fedeltà poi nel tempo.
Ma cosa è veramente una strategia?
Una strategia inspira le azioni passate e sono la guida per pianificare il futuro. Essa è il cardine intorno al quale deve ruotare il Marketing, in modo da poter determinare il successo di un’azienda secondo una pianificazione accurata degli obiettivi. La strategia suscita un forte interesse tra le classi di professionisti del mondo odierno. Ciò si deve ad una profonda trasformazione dell’ambiente economico e all’aumento dell’asimmetria informativa rispetto alla realtà. Il nuovo contesto economico è basato essenzialmente sulla conoscenza, intesa come un processo che mette in relazione più attori del mercato, e sempre meno sul flusso mercantile. Nell’impostazione della strategia di marketing l’impresa deve affrontare gli step in grado di offrire risposte relative al suo posizionamento sul mercato, ai bisogni della propria clientela e di quantificarne i benefici attraverso la fissazione degli obiettivi economici-finanziari e dei correlati obiettivi di marketing. Oggi si tende ad orientare le imprese verso varie opportunità possibili secondo una metodologia rivolta al medio-lungo periodo, che possa permettere all’impresa una crescita in termini di struttura e di reddito. Costruire la giusta strategia è un processo delicato, in parte intuitivo, che si costruisce e applica solo con l’esperienza e con l’esempio. Sarebbe troppo facile se l’arte difficile e sottile della strategia si potesse insegnare in un manuale. 
Formulare un concetto di  strategia non può essere analizzato facilmente dai dati di mercato e procedere verso deduzioni che saranno utilizzate per creare e posizionare la strategia più coerente al caso esaminato.
Non è così, se non si vuole arrivare a soluzioni banali. Gli apporti e gli stimoli, dati nei confronti di una strategia, si intersecano tra di loro per dare vita ad una sintesi nuova. Ogni operatore nel campo strategico deve cercare la soluzione al problema da varie intuizioni, che daranno luogo alla nascita di una strategia, coerente al caso e duratura nel tempo. Fondamentale è la precisione con cui si sviluppa una strategia, in modo tale che risulti brillante l’esecuzione in un contesto innovativo. La strategia non è un regolamento, ma è piuttosto il tema unificatore che indirizza e rende coerenti le decisioni adottate da un’organizzazione o da una persona.
“L’unico modo per apprendere è sperimentare”
L’obiettivo della strategia è di affermarsi sugli avversari. La strategia, in senso stretto, è l’insieme delle azioni che un’impresa vuole svolgere o ha già svolto, in relazione ai soggetti o sistemi operanti nell’impresa. La strategia è lo schema generale che consente di finalizzare l’utilizzo di risorse alla determinazione di una posizione di vantaggio. La tattica è uno schema di un’azione specifica. Essa include lezioni necessarie a vincere battaglie, la strategia è finalizzata a vincere la guerra. I principi della guerra possono essere sintetizzati in una sola parola: “concentrazione di forze contro debolezza”. Le esperienze gestionali acquisite nel settore militare hanno avuto un ruolo determinante per l’implementazione della strategia nell’azienda, infatti, la gerarchia e la specializzazione delle funzioni, derivano dall’organizzazione dell’esercito moderno.  
«La strategia senza tattica è la strada più lenta alla vittoria. La tattica senza strategia è il rumore che precede la sconfitta»
Sun Zu, “L’arte della guerra”, III secolo A.C.
Qualsiasi strategia adottiate nella vostra azienda tenete presente che non può essere generata se non si crea una mappa di processi che metta in relazione lo schema tecnico-gestionale con il personale che ne fa parte! Il personale sarà la guida della strategia, sarà la guida del successo!
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...