VIVERE NEL PRESENTE O GIOCARE NEL TEATRINO DELLE PAURE?

Moltissimi cercano di farci diventare ciò che vogliono; dopo un pò ci arrendiamo e concludiamo che forse è questo ciò che viene chiamato “adattamento”.  
Il cielo non voglia!
 
Qualche volta, qualcuno si ribella e dice: “No!” Non voglio diventare quello che vuoi tu. Io sono così e così resterò. Io voglio diventare ciò che sono. A volte mi domando: per quanto ci ribelliamo, siamo veramente ciò che siamo, o siamo soltanto ciò che ci dicono che siamo? [Leo Buscaglia].
Cercate il cambiamento desiderato ora e vivrete la vostra vera realtà!
Molti manager impegnati a definire i loro obiettivi finiscono con rimanere insoddisfatti del loro risultato che sembra non avere effetti sulle azioni e l’agire quotidiano. Ma dove è la guida decisionale in azienda? Molti fanno fede integralmente ad una mission e non sviluppano altre strade. Si trascurano troppo gli obiettivi sul lungo periodo, e si tende alla focalizzazione di obiettivi a breve termine…rincorriamo le fatidiche urgenze..e poi a fine giornata quale è il risultato? Quanto abbiamo sprecato energie inutili? Valorizziamo al meglio il nostro personale e noi stessi? Oppure dettiamo obiettivi del momento rendendo caotico il contesto. Vi siete mai domandati cosa è utile per voi? Avete la percezione che la strada che state percorrendo è quella giusta? Siete soddisfatti su ciò che state facendo? Cosa state facendo per modificare la direzione dei vostri obiettivi? 
Tante volte mi accorgo che le persone lavorano non aumentando mai la loro esperienza, ma ripetendo giorno dopo giorno ciò che stanno facendo in uno stato di sicurezza. Invece di parlare solo di mission…parliamo di persone, conosciamole…capita che persone che lavorano da anni non si conoscano…cercate una persona nel vostro ufficio, studio, etc che conoscete poco e cominciate a definire cosa volete che lui percepisca da voi. 
Ascoltatelo…rendete la sua persona al centro della vostra attenzione!  
E se la parte più repressa di noi ospitasse qualcosa di più grande, qualcosa fuori dall’ordinario? Come potete esplorare il vostro io nascosto nei profondi meandri della propria ombra? C’è un lavoro che non fareste mai? Scrivetelo…adesso immagina una persona perfetta per quel tipo di lavoro con le giuste qualità per farlo…respira profondamente e pensa intensamente all’immagine, ai colori, ai profumi e tutto ciò che puoi provare. Adesso immaginate di stare seduto davanti a questa persona. Domandatele cosa la rende grande nel suo lavoro…domandategli le diverse qualità, caratteristiche o abilità che la rendono adatta per questo lavoro. Scrivi le risposte.
Come puoi applicare il messaggio che ci consegna questa persona immaginaria ai tuoi dilemmi che affliggono la tua vita attualmente? Se la persona descrive le qualità, capacità o altro per quel ruolo, cercate di applicarle giorno dopo giorno. Questo lavoro di immaginazione ci porta le giuste informazioni che provengono dal vostro io e gli ostacoli che vi stanno affliggendo. Gioca con le diverse occupazioni e otterrai una saggezza straordinariamente normale. Questo esercizio è utile per rendervi consapevoli da ora di ciò ce state facendo nel vostro lavoro e nel vostro vivere quotidiano.
Se tutto è possibile potresti avere tutto ciò che cerchi?
 
Nel vostro lavoro quando c’è un momento difficile entrate in uno stato d’animo di dubbi e spavento? Se siete titubanti e provate paura su ciò che fate…avrete le risposte che cercate sfuggendo dal pericolo percepito! Naturalmente la disorganizzazione porta ad uno stress notevole e si tende ad apprendere sempre meno. Le persone tendono più facilmente ad abbattersi, a puntare il dito e se le cosa non vanno nel verso giusto tendono a lasciar andare…questo porta le persone a muoversi in diverse direzioni e non ha conseguire un obiettivo comune. Bisogna ancora credere di dare alle persone una direzione dove muoversi verso traguardi raggiungibili…questo produrrà energia positiva. Questo non è abbastanza…serve un coordinamento che unisca e capisca le forze che intervengono verso un obiettivo. Ora che sai questo…comincia da te…prendi la decisione giusta per te e il tuo team domandandoti in che direzione volete andare. Dove ti vedi tra 6 mesi? In quale ruolo? Cosa ti manca per raggiungere il tuo obiettivo? Cerca di rispondere in maniera onesta e sincera…e poi…di quali strumenti hai bisogno perchè accada? Qualsiasi sia la tua decisone cerca di dire sempre la verità ed essere sincero con te stesso e gli altri…un antidoto all’incertezza!!! Ogni impresa dovrebbe avere una propria identità, comandata dalle leggi del mercato e un proprio carattere definito dai propri valori. I valori aziendali sono il riferimento di chiunque lavori all’interno.  
Ma i dipendenti cosa provano rispetto a ciò che viene acclamato in azienda? Come vi relazionate voi stessi? Quanto siamo autodisciplinati senza farci prendere dalle ansie di compiere delle azioni, il più delle volte inutili e a dispendio di energia? Che cosa siamo disposti a fare per stare uniti con i nostri collaboratori e cosa vorremmo essere da ora? Il luogo o l’ambiente dove siete è portatore del successo che sperate? Cosa vi aspettate da qui a sei mesi? Avete realizzato i vostri sogni? Cosa è necessario perchè si realizzino?   
Rispondete con calma a queste domande su un foglio…e poi domandatevi su ciascuna domanda…cosa dovrebbe accadere perchè l’asta delle nostre risposte sia più soddisfacente. Ma soprattutto nella vostra professione state costruendo un piano d’azione per migliorare la gestione del vostro tempo? Quanto siete orientati alle ore lavoro piuttosto che alla qualità dei vostri risultati? Mi capita di vedere aziende e dipendenti non focalizzati su obiettivi comuni, che divagano nel loro lavoro e disperdono energia. Si pensa ancora che chi esce per ultimo dall’ufficio sia un esempio..in realtà non significa niente! Dobbiamo cercare di pianificare le nostre azioni settimanali almeno la settimana prima! Un ottimo metodo che utilizzo e vi consiglio è la pianificazione bisettimanale. Al termine della prima settimana pianificate le successive due per azioni orarie, controllando a consuntivo quello che è stato prodotto ogni giorno…e poi a fine settimana fate un check finale! Da ora pianificate cosa fare e non fare, in ordine di priorità e cercate di evitare i distruttori di tempo (es. chi vi interrompe per cose futili in ufficio)…educateli a farvi domande in orari stabiliti! Scegliete come organizzare il lavoro e agite velocemente in termini di azione! Cercate di iniziare e terminare i vostri lavori in tempi stabiliti. Ogni sera fate un controllo di come vi siete organizzati e comportati ripianificando le azioni se necessario. Giorno dopo giorno diventerete dei maestri nel gestire i processi lavorativi e voi stessi! 
Rivolgo questo mio articolo a tutti quelli che credono nell’ottimismo, nel presente e vivono di speranza. Non pensate che tutti siano sbagliati per esperienze che magari ci hanno fatto male…le persone sono così sbadatamente innamorate della vita…e se talvolta capita che gli accadimenti sperati non vadano per il verso giusto dovete trovare dentro di voi la strada per reagire…e se la strada percorsa che state intraprendendo da tempo non vi porta i risultati attesi modificatela immediatamente…basta di poco. Ascoltate le persone, ascoltate voi stessi….gioca con ruoli che faresti o non faresti nella tua vita grazie alla tua immaginazione…si consapevole nell’equilibrio globale…si pronto ad ogni evenienza!….Organizza la tua vita sui risultati sperati!
Devi essere promotore del tuo destino e non di chi vi sta intorno…anche perché nessuno conosce come te la strada che vuoi intraprendere….quando in te c’è passione e ottimismo troverai la giusta strada…fidati!…Troverai la strada per progredire nelle tue idee e nei tuoi sogni.
Annunci

2 pensieri su “VIVERE NEL PRESENTE O GIOCARE NEL TEATRINO DELLE PAURE?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...