COME GESTIRE LA PROPRIA ATTIVITÁ NEL 2015!

Qualità e percezione della qualità, analisi dei costi, controllo di gestione, valutazione delle performance e analisi dei disservizi e comunicazione! Al giorno d’oggi vuoi competere in serie A o vuoi continuare a giocare sotto ai campini di casa?
Ogni imprenditore, manager o professionista in ogni momento dell’anno (io consiglio ogni mese/settimana), ha l’obbligo di verificare i dati economici-finanziari della sua attività e verso fine anno ha il dovere di redigere un bilancio di previsione per l’anno successivo e controllarlo passo dopo passo. Il più delle volte questo non viene fatto per ignoranza nel gestire e individuare i numeri corretti per i calcoli di gestione, scarsa tempestività dei dati o peggio ancora rimandare e cullarsi sul “ho sempre fatto così, che vuoi che accada”!
static1.squarespace.com
Ti pongo un esempio pratico….se hai fatturato “x” euro questo anno….ad ora a quanto ammontano le tue spese economiche e finanziarie?? Se non hai il dato a portata di mano e ti resta difficile reperirlo un problema c’è! Il dato problematico è che la tua ipotetica liquidità viene rosicchiata giorno dopo giorno e tu non te ne accorgi….preso da mille cose secondarie rispetto al fattore denaro che dovrebbe essere in cima ai tuoi pensieri! Magari stai facendo tutto quello che pensi sia necessario fare, ma sul tuo controllo direzionale hai gli occhi bendati….pensi che non sia il tuo ruolo! Magari stai facendo mille ruoli e non quello che ti compete veramente! Quanta energia sprecata! Vedo professionisti che si scandalizzano quando pagano le tasse o imposte….e dicono: “ma così tanto???“…..e poi si lamentano con questo e quell’altro…quando in realtà gli unici colpevoli sono loro stessi…in quanto potevano calcolare per tempo le tasse e/o imposte. E’ come dire che ti sei permesso una cena da 50 euro…..ma se nel tuo bilancio quelle 50€ erano indispensabili per coprire parte delle tasse/imposte non ci saresti stato. Giusto?. Oppure potevi investire quelle 50 euro a fronte di un ricavo di investimento di 300 euro! Ma come fare a sapere tutto ciò? Ancora pensiamo che il commercialista ci risolve i problemi! Un commercialista al massimo ti riordina i conti e ti può dare di consigli…ma sempre dopo che il problema si è verificato…e intanto può accadere che la tua azienda è in rosso e tu stai andando a picco sommerso da debiti con interessi passivi bancari. Ma alla cena non si rinuncia mai! Scommetto che non è il tuo caso!
Fai un esercizio con me: dividi il tuo guadagno annuale per 365 giorni. Fatto? Il dato ottenuto dividilo per 8 ore di lavoro (ipotetica giornata da dipendente). Fatto? Il dato che è uscito fuori è quanto vali sul mercato all’ora. Se ad esempio guadagni 35000 euro nette all’anno (dato ipotizzato con scorporo di imposte e tasse) il dato all’ora netto è 11,98 euro l’ora. Ora ti domando…quanto hai speso durante l’anno? Facendo un rapido calcolo, molto ottimista, hai speso per ipotesi compreso tutto al netto il 60% del tuo guadagno ovvero 21000 euro. Il tuo costo orario netto è 7,19 euro. La differenza tra il ricavo e il costo è uguale a 4,79 euro all’ora…che risulta essere il tuo ipotetico reddito operativo orario netto. Ammettiamo che non devi gestire la parte finanziaria nel tuo bilancio (sarebbe ancor peggio!).
Il tuo utile anno è di 14000 euro risparmiate! Ora la mia domanda è semplice: se guadagni quella cifra e in banca non hai denaro….Come lo hai speso? Se è rivolto a investimenti. Quali?. Il tuo conto corrente rincorre in continuazione il pagamento di fornitori, anticipazioni di cassa con l’iva, spese poco oculate, calcolo delle immobilizzazioni in azienda esagerate, etc etc. Devi pensare a un controllo di gestione ora!

Mettiamo il caso che sai tutto della tua attività! I dati sono in linea con quelli previsti all’inizio dell’anno? Quali sono gli scostamenti? Come vanno interpretati? Come hai affrontato i vari cambiamenti di mercato e di consumo? Ti sei differenziato o sei rimasto il solito generalista??? Hai un database segmentato per territorio, custer di riferimento e per tipo di cliente?
Fare impresa oggi, in qualunque settore, richiede uno sforzo di previsione e controllo mai visto prima!

Conoscere il costo di produzione dei propri servizi è la chiave di gestione delle attività. Associare un controllo di gestione che raffronti dati economici e dati di produzione, consente di misurare quali sono i servizi e i prodotti da monitorare con attenzione.
Analizzare sistematicamente i dati  è forse l’aspetto più complesso. Cosa rappresenta per il mercato la mia attività? Come può far fronte la mia attività in un mercato sempre più competitivo? Conosco il mio cliente per desideri, bisogni e aspirazioni? Ho un database strutturato e in tempo reale per cliente, per conto economico, patrimoniale e finanziario? Ho il controllo delle spese medie, rotazioni d’acquisto, margini e ricarichi di vendita, analisi dei prezzi, segmentazioni di mercato, analisi commerciali, vendite, produzioni, acquisti, etc?

Non mi dir che hai tagliato i costi a seconda dl tuo umore mattutino!

Prima di mettere in pratica tagli drastici o modifiche importanti del proprio modello di business, va fatta una accurata analisi, per considerarne gli effetti a medio e lungo termine.
Tagliare un costo è un’azione immediata e a breve termine. Se il costo è di qualità dobbiamo proiettare il costo nel breve medio e lungo termine per capire su cosa si va a incidere in termini aziendali.
Tutti i mondi  professionali, infatti,  sono inquadrati  da almeno due punti di vista, quello del cliente e quello del professionista. Immaginate una stanza all’interno della quale si svolgono i servizi e le attività professionali, e sui due lati opposti le porte, da cui osservare ciò che avviene. Da una porta si affaccia il cliente e dall’altra il professionista. Inquadrano ciò che avviene nella stanza da due punti vista diversi. Il cliente ha un’aspettativa nei confronti del professionista e il professionista ha un’aspettativa nei confronti del cliente. A volte questa aspettativa non viene soddisfatta per la mancata misurazione dei bisogni espliciti e impliciti del nostro cliente.

 TI INTERESSA L’ARTICOLO SU COME APRIRE UN NEGOZIO? CLICCA QUI

E’ importante saper comunicare secondo il codice del “cliente” e non secondo il proprio. Ciò non significa che la qualità specifica non è importante, anzi mai come oggi è importante la qualità. In tempi di crisi le persone preferiscono spendere i propri soldi in sicurezza e fiducia.
Chi intende rimanere sul mercato deve conoscere questi aspetti. Gestire un’attività senza comprenderne la gestione economica e fiscale, senza investire nella comunicazione, senza fare controllo di gestione, senza investire nel team con una visione di medio termine e senza misurare i disservizi secondo l’ottica combinata della qualità specifica e della qualità percepita, può significare passare da professioni affascinanti o di grande responsabilità a professioni stressanti e insoddisfacenti.
Lo sforzo necessario per gestire bene la propria attività nel 2015 è quello di avere una accurata gestione e una buona comunicazione. La ricetta del successo 2015.

Il mio metodo “Business Vincente” permette che la tua attività di business possa essere creata o rinnovata sia in termini di sviluppo personale e commerciale abbinati al controllo di gestione ovvero i tuoi sacri numeri economici-finanziari! Il metodo prevede una serie di azioni concrete passo dopo passo sul tuo business e territorio di riferimento! Ti alleno passo dopo passo nel tuo business creando con te strategie e azioni che ti porteranno a straordinari risultati e nuove consapevolezze!

Annunci

5 pensieri su “COME GESTIRE LA PROPRIA ATTIVITÁ NEL 2015!

  1. Pingback: VALI QUANTO IL TUO BUSINESS? | DIEGO CANALI

  2. Pingback: COME GESTIRE LA PROPRIA ATTIVITÁ NEL 2015! | DIEGO CANALI | come gestire

  3. Pingback: APRO UN NEGOZIO! PRELIMINARI… | DIEGO CANALI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...