E-COMMERCE DA CASA

Valutazione-di-una-socità-Ecommerce-in-Italia

Vuoi avviare un tuo e-commerce comodamente da casa tua? Se la risposta è si ti faccio una domanda. Come puoi pensare di vendere online con un sistema di e-commerce se non sai vendere alle persone dove abiti? Intendo su tutta la via sotto casa tua! Ma soprattutto come pensi di vendere se non conosci i gusti, i temi di ricerca online e le preferenze dei tuoi consumatori? Magari non è il caso tuo e puoi continuare a leggere, altrimenti c’è bisogno di un ripasso dei fondamentali su come strutturare vendita e-commerce! Troppe aziende hanno sistemi di vendita che andavano bene 30 anni fa, ancora in giro con liste clienti e con il culo a forma della sedia dell’ufficio aspettando il cliente! Disastro!

LEGGI L’ARTICOLO: VENDERE VINO ONLINE: EVOLUZIONE DELL’E-COMMERCE IN ITALIA

Con siti come Shopify che rendono facile per le persone avviare il proprio negozio di e-commerce, potresti aver pensato di recente a crearne uno tuo. Dopotutto, se vuoi fare soldi online, creare un negozio di e-commerce può spesso essere un ottimo modo per iniziare. Tuttavia, se si desidera generare vendite, la creazione di un negozio e-commerce non è sufficiente. Devi sapere come commercializzare il tuo negozio in modo che le vendite si verifichino. In questo post, daremo un’occhiata a 6 cose che puoi fare per generare vendite per il tuo negozio di e-commerce. Esamineremo tattiche specifiche che puoi mettere in atto, analizzando anche il motivo per cui ogni tattica funziona. Entro la fine di questo articolo, sarai in grado di prendere il tuo nuovo negozio e trasformarlo in una centrale elettrica che genera vendite giorno e notte. Andiamo!

CHI È DIEGO CANALI? CLICCA QUI

1. TRAFFICO A PAGAMENTO (se sei tirchio non fa per te) 

Il traffico a pagamento può essere uno dei modi migliori per generare rapidamente vendite per il tuo negozio di e-commerce. Potresti pensare che il traffico a pagamento sia costoso e probabilmente hai sentito alcune storie di persone che hanno speso molti soldi e non hai visto alcun ritorno. Tuttavia, se eseguito correttamente, il traffico a pagamento può, in effetti, essere abbastanza abbordabile e una volta che hai una campagna vincente nelle tue mani, il traffico a pagamento può davvero portare la tua attività al livello successivo. Più spesso, quelli che non riescono con il traffico a pagamento tendono a commettere alcuni errori comuni per i principianti. Quindi capiamo in modo rapido per non incappare in errori. La prima cosa che devi apprezzare è il potere di spendere piccole somme per per fare delle prove e tastare il terreno! Molte persone che non conoscono il traffico a pagamento pensano di dover scaricare molti soldi in una campagna per vedere se il traffico a pagamento è adatto a loro. Quando ho iniziato per generare clienti ho utilizzato metodi rudimentali e tutti dicevano: “ma chi è diego canali? diego canali chi? diego canali cosa?. Eppure piano piano ho generato il mio pubblico fedelissimo a diego canali. Eppure questo è spesso il peggior modo di procedere. Un approccio migliore è quello di spendere solo piccole quantità di denaro alla volta. Un buon punto di partenza suggerito non è superiore a 50 euro. Anche se i prezzi degli annunci di Facebook sono aumentati del 250%, spendere piccoli importi sulla piattaforma può comunque insegnarti molto. È importante spendere piccoli importi, perché non esiste alcuna garanzia che le tue campagne funzionino. Ma va bene, perché se una campagna non funziona, puoi sempre crearne un’altra. La natura del traffico a pagamento è che spesso non riuscirai a farlo al primo tentativo. Certo, puoi attenerti alle migliori pratiche e migliorare le tue probabilità, ma dovrai comunque fare molta sperimentazione per ottenere risultati ottimali. Devi adottare la mentalità dei test e imparare a fare strategia di marketing demografica, psicografica, benefici e geografica. Quando esegui campagne a pagamento, non dovresti spendere l’intero budget in una singola variante di annuncio. Piuttosto dovresti avere più campagne e quindi più varianti di annunci per quelle campagne. Quindi indirizzi il traffico verso ciascuno di essi, monitorando attentamente le metriche per vedere quali annunci e quali campagne ti stanno portando risultati desiderabili. L’immagine qui sotto spiega come potresti voler fare le cose se stavi eseguendo Facebook Ads.

Facebook-Ads-Inserzioni-sponsorizzate

Devi anche avere una chiara comprensione di chi sia il tuo cliente.

Sapere chi è il tuo cliente target ti consentirà anche di ottenere il massimo dalle opzioni di targeting avanzate fornite dalle piattaforme che esamineremo. Un buon targeting garantisce che i tuoi annunci vengano mostrati alle persone giuste. Se i tuoi annunci vengono mostrati alle persone giuste, c’è una maggiore possibilità che si verifichino vendite sul tuo sito di e-commerce. Naturalmente ci sono diverse strategie quantitative e qualitative per profilare i tuoi clienti e lead! Se stai lottando per capire chi è effettivamente il tuo cliente, generare una persona acquirente può aiutarti. In alternativa, se si dispone di un elenco e-mail di clienti, devi prendere in considerazione l’invio a tutti loro di un sondaggio per definire meglio chi sono. Fornire un incentivo, come un codice coupon, buono sconto, promo, etc, per garantire che le persone compilino i sondaggi in modo rapido e onesto. Quindi, ora che ci siamo liberati di tutto, diamo un’occhiata alle piattaforme pubblicitarie che è possibile utilizzare per generare vendite. E quelli sono Twitter, Facebook e Instagram. Ogni piattaforma funzionerà in modo leggermente diverso, quindi esaminiamo brevemente ognuna di esse e vediamo come puoi utilizzarla per generare vendite. Non ci sono molte informazioni là fuori su Twitter, quindi passiamo attraverso il processo di creazione di un annuncio su Twitter. Prima vai su business.twitter.com/it.html

90791577_211544096725503_3208490851017687040_n

Quindi fai clic su “Annunci Twitter”.

Dovresti quindi vedere la pagina seguente.

90943750_239166440463484_51174977713471488_n

Quando è lì, fai clic su iniziamo e subito dopo deciderai le tue necessità aziendali.

LEGGI L’ARTICOLO: VENDITORE DI SERIE A: 12 STRATEGIE PER VINCERE IL TUO CAMPIONATO E DIVENTARE IL VENDITORE NUMERO 1

90749482_242119650298226_5164237383578681344_n

Verrai quindi guidato attraverso la procedura di “impostazione” per i tuoi annunci. Dai un nome alla tua campagna. Se hai il tempo e la possibilità di farlo, imposta il “monitoraggio delle conversioni”. In tal modo, sarai in grado di raccogliere alcuni dati preziosi, in termini di rendimento della tua campagna e se sta raggiungendo gli obiettivi che stai mirando. Dovrai quindi selezionare “Seleziona il tuo pubblico”. Scegli una posizione che rappresenti al meglio i tuoi clienti target. Se hai i mezzi per farlo, prendi in considerazione di scegliere alcuni dei migliori paesi di lingua inglese, come Regno Unito, Australia e Nuova Zelanda o se vuoi concentrarti in Italia per la lingua italiana.

Io ad esempio viaggio molto per lavoro a Milano e Roma. A Milano e Roma ci saranno possibili clienti che andranno “colpiti” con una strategia ben precisa per loro abitudini, preferenze e abitudini.

Per assicurarti che i tuoi annunci vengano mostrati alle persone che li capiranno, scegli la lingua che vuoi sia principale. L’opzione di genere dipenderà dal tipo di prodotti che promuoverai. Devi quindi selezionare “Seleziona dispositivi e piattaforme”. Se hai intenzione di scegliere qualsiasi dispositivo mobile, assicurati che il tuo sito Web sia configurato per funzionare correttamente sui dispositivi mobili. La capacità di “Targeting di nuovi dispositivi” non ha molta importanza per il momento. Quindi c’è l’opzione “Seleziona funzioni aggiuntive per il pubblico”. È qui che puoi davvero modificare le opzioni di targeting dei tuoi annunci. Ci sono diverse opzioni qui quando si decide il targeting. “Parole chiave” ti consente di scegliere come target gli utenti Twitter che utilizzano la parola chiave selezionata. Quando configuri le “Parole chiave”, hai la possibilità di decidere cosa vuoi che Twitter faccia con le parole chiave fornite. Immaginiamo che io voglia vendere “dolcetti per cani”. Posso scegliere la parola chiave “diego canali“, ma posso decidere di scegliere come target tutte le varianti e anche versioni simili della parola chiave. C’è anche l’opzione di “Corrispondenza frase”, che ti consente di scegliere come target frasi che contengono la parola chiave che hai scelto. Puoi anche scegliere l’opzione “Corrispondenza esatta”, che garantisce che venga mirata solo quella parola chiave isolata. E poi puoi fare lo stesso al contrario, selezionando le parole chiave “Corrispondenza negativa”. Qui è dove si escludono le parole chiave scelte.Quando selezioni una parola chiave, Twitter ti comunicherà il “volume giornaliero” stimato in base ai “Tweet che contengono ciascuna parola chiave. Come accennato in precedenza, se si desidera ottenere il massimo da queste funzionalità, è necessario avere una buona idea di chi sia il pubblico di destinazione. Meglio conosci il tuo pubblico, più sarai in grado di trovare angoli unici per come raggiungere il tuo pubblico di destinazione.

static1.squarespace.com

Il prossimo passo è decidere un budget.

Quando scegli il budget massimo giornaliero, vedrai sul lato destro la “Copertura stimata”. Molto importante è costruire un piano promozionale specifico per copertura e denaro da investire per margini e ricarichi aziendali.

Questo è importante perché ti consente di conoscere il potenziale del mercato. Se hai un annuncio di successo nelle tue mani, sai che puoi aumentare la tua spesa pubblicitaria e assicurarti comunque che verrà mostrato a un pubblico pertinente che si convertirà.

È quindi necessario “Componi i tweet”. C’è molto da dire sulla creazione di tweet efficaci su Twitter. Tuttavia, scoprirai spesso che puoi imparare molto semplicemente guardando alcuni degli altri Tweet di successo là fuori. Un buon punto di partenza è consultare la pagina Storie di successo, nella sezione “Affari” di Twitter. Molte volte, scoprirai che le persone rispondono bene a sconti e coupon su Twitter. Pertanto, quando esegui una promozione sulla piattaforma, potresti voler mostrare che al momento hai un’offerta in corso. C’è anche la possibilità di includere un pulsante che fornisce allo spettatore un invito all’azione. Bene, è così che puoi utilizzare Twitter Ads per generare vendite per il tuo negozio di e-commerce.

Ora esaminiamo rapidamente come è possibile utilizzare Facebook e Instagram. Anche se sono entrambe piattaforme diverse, Facebook possiede Instagram, quindi creerai annunci Instagram all’interno di Facebook Ad Manager. Abbiamo già spiegato in dettaglio come è possibile creare annunci Facebook, quindi diamo un’occhiata ad alcune strategie uniche che puoi utilizzare in Annunci Facebook per generare vendite. Il primo è “Lookalike Audience“. Il pubblico simile (Looklike) ti consente di raggiungere nuove persone che potrebbero essere interessate alla tua azienda in quanto presentano caratteristiche simili ai clienti che contano per te. Un pubblico performante al 100%!!!!!

Qui è dove Facebook mostrerà i tuoi annunci, in base a segmenti di pubblico simili a quelli che stai già prendendo di mira o offrendo. Facebook può farlo perché crei qualcosa noto come “Pubblico personalizzato”. Facebook analizzerà quindi il pubblico personalizzato e indirizzerà altre persone su Facebook che condividono tratti simili. Ciò riduce il tempo necessario per adattare le impostazioni di targeting, consentendo al contempo la visualizzazione dei tuoi annunci ai giusti tipi di persone. Per creare questo pubblico, Facebook dovrà analizzare i visitatori del tuo sito Web o anche solo un elenco di clienti che hai in tuo possesso. Se desideri impostare il pubblico di Lookalike, vai su https://www.facebook.com/ads/manager/audiences/. Quando sei lì, devi prima creare un “Pubblico personalizzato”. Per farlo, seleziona l’opzione “Pubblico personalizzato”, dal menu a discesa.

Devi quindi scegliere un “Pubblico di origine” che Facebook possa analizzare.

Se desideri utilizzare “Traffico del sito web” come “Pubblico di origine”, devi installare un “Pixel di Facebook” sul tuo sito. Man mano che usi Facebook Ads, puoi utilizzare Facebook Pixel per creare campagne pubblicitarie rivolte a un pubblico di nicchia.

Per ora, tuttavia, se vuoi solo usare le persone nella tua lista e-mail, seleziona l’opzione “Elenco clienti” e segui le istruzioni. Dopo aver caricato il tuo pubblico personalizzato su Facebook e averlo analizzato, devi selezionare “Pubblico simile” dal menu a discesa.

image1512

Dovresti quindi vedere quanto segue.

Schermata-2017-02-14-alle-09.59.30

Quindi scegli il pubblico che hai impostato in precedenza e scegli il paese. Per il momento, mantieni le dimensioni del pubblico vicino all’1%, in quanto ciò assicurerà che il targeting sia abbastanza stretto.

LEGGI L’ARTICOLO: VENDERE VINO E OLIO CON L’EMAIL MARKETING

Un’altra strategia che puoi utilizzare è il retargeting. Il retargeting (noto anche come “remarketing”) è quando i tuoi annunci vengono mostrati alle persone che hanno già visitato il tuo sito.

index

Questo può essere un ottimo modo per mostrare annunci alle persone che hanno dato un’occhiata a una determinata pagina di prodotto, ma non hanno preso provvedimenti. Per impostare il retargeting, devi seguire le istruzioni sopra menzionate, in termini di come creare un pubblico personalizzato. Tuttavia, quando modifichi le impostazioni per il Pixel di Facebook, dovrai scegliere qualcosa che sia rappresentativo di ciò che stai cercando di ottenere. Supponi di avere un sito Web che vende “salute e benessere dell’olio extravergine di oliva” e che desideri reindirizzare coloro che hanno consultato la pagina del prodotto che vende “olio extravergine di oliva”. Sul sito www.lifegate.it ad esempio ci sono interessanti articoli a riguardo. Dovresti prima regolare il tuo Pixel di Facebook in modo che raccolga dati basati su “Traffico del sito web” e, più specificamente, “Persone che visitano pagine Web specifiche”. Inserire quindi l’URL della pagina del prodotto che vende “olio extra vergine di oliva” come ad esempio una mia azienda cliente qui sotto www.archibusacci.com.

Quindi fai clic su “Crea pubblico”. Una volta che sei sicuro che il tuo pixel sia stato installato, puoi creare un annuncio che si rivolge specificamente a questo gruppo di persone (persone che hanno guardato salute e benessere dell’olio di oliva sul tuo sito ma non hanno acquistato). Per fare ciò, passa attraverso il processo di creazione dell’annuncio, ma quando si tratta di impostare il targeting, scegli il pubblico che hai creato nella sezione “Pubblico personalizzato”. Il processo di creazione per gli annunci di Instagram è praticamente lo stesso che per gli annunci di Facebook. Tuttavia, i creativi (le immagini) tendono a funzionare in modo diverso su tutte le piattaforme. Assicurati solo che se hai intenzione di creare annunci diretti solo su Instagram (o anche solo per Facebook), rimuovi tutte le opzioni che non sono pertinenti.

image1912

 

È così che puoi utilizzare il traffico a pagamento per aumentare il numero di vendite che stai generando per il tuo sito di e-commerce. Ora diamo un’occhiata a cos’altro si può fare.

2. MIGLIORA LA FIDUCIA ALL’INTERNO DELLA TUA CANALIZZAZIONE

Un altro metodo che puoi utilizzare per aumentare le vendite all’interno del tuo sito di e-commerce è aumentare la fiducia nella tua canalizzazione. Potrebbe sembrare complicato, ma analizziamolo per vedere cosa significa veramente. Quando qualcuno acquisterà qualcosa dal tuo sito, molto probabilmente il suo percorso sarà simile a questo:

Visualizza un annuncio / visita il sito utilizzando l’URL -> Visualizza la pagina del prodotto -> Visualizza il checkout -> Passa attraverso il processo di checkout.

In termini approssimativi, il processo descritto sopra potrebbe essere indicato come l’imbuto che i potenziali acquirenti attraversano prima che venga effettuata una transazione effettiva. Aumentando la fiducia che le persone hanno in ogni fase della canalizzazione, sarai in grado di migliorare le conversioni. Per la pagina del prodotto, ci sono un paio di cose che puoi fare per aumentare la fiducia. Uno è quello di includere recensioni dei prodotti che vengono visualizzati. Visualizzando le recensioni, sarai in grado di fornire alcune “prove sociali” in termini di qualità del prodotto. In effetti, il 77% delle persone consulta le recensioni online, prima di acquistare qualcosa, quindi vale la pena mostrarle se è possibile. In questo caso il sito e-commerce è ben fatto. Un altro passo che puoi fare è installare un’opzione di “live chat” sul tuo sito. La ricerca ha dimostrato che i consumatori preferiscono la chat dal vivo rispetto a tutte le altre forme di servizio clienti.

image209

Come puoi vedere, la “live chat” è in testa con il 73%. Il 79% delle persone a cui piace la chat dal vivo, la preferisce perché consente di rispondere rapidamente alle proprie domande.

LEGGI L’ARTICOLO: COME ESPORTARE ALL’ESTERO

Se usi Shopify, puoi installare l’app “Live Chat”, rendendo il processo di installazione relativamente semplice.

chat spotify

Tuttavia, anche se non hai Shopify, puoi comunque installarlo sul tuo sito di e-commerce – potresti aver bisogno solo dell’aiuto di qualcuno che ha un po’ di conoscenza tecnica. Il servizio clienti è stato il fattore numero uno che ha influenzato la quantità di fiducia che le persone hanno nelle aziende da cui acquistano. Con l’assistenza di Live Chat, ti assicuri che il tuo sito sia in grado di fornire i massimi livelli del servizio clienti. C’è anche la possibilità di utilizzare il “badge di fiducia” durante la procedura di pagamento. La posizione dei badge di fiducia dipende dal fatto che alcuni siti Web mostrano i badge di fiducia nella parte superiore del sito Web, in modo che siano visibili su ogni pagina. Tuttavia, potrebbe essere una buona idea posizionare il badge di fiducia dove sono necessariamente necessari e ciò avviene durante la procedura di pagamento. Dopotutto, il 17% di coloro che abbandonano i loro carrelli, lo fanno a causa di “preoccupazioni sulla sicurezza dei pagamenti”. E alcuni sondaggi hanno anche scoperto che il 61% delle persone non complete i propri acquisti, una causa della mancanza di un sigillo di fiducia. Il problema, tuttavia, è che ci sono dozzine di sigilli di fiducia tra cui scegliere.

image0412

Quindi, come fai a sapere quale è quello giusto da usare sul tuo sito? Di seguito è riportato un grafico che mostra come le persone reagiscono quando viene chiesto “Di quali loghi ti fidi”.

image0511

Come puoi vedere, il logo PayPal ha funzionato abbastanza bene con il 66% delle persone che si fidano di esso. Tuttavia, Verisign non è troppo indietro con il 63% delle persone che si fidano di esso. Il terzo logo più affidabile è stato McAfee, con il 62% delle persone che si fidano di esso. Pertanto, se stai cercando di implementare alcuni badge di fiducia sul tuo sito, considera di utilizzare questi tre per cominciare. Sei sempre libero di cambiare le cose in seguito se i loghi non ti danno il tipo di risultati che stai cercando. Infine, se possibile, potrebbe anche essere utile fornire alcune testimonianze sulla pagina di pagamento. Le testimonianze sono probabilmente una delle migliori forme di prova sociale. Se li usi correttamente, possono fornire ai visitatori del tuo sito Web la sicurezza di cui hanno bisogno prima di fare clic sul pulsante Acquista. Come per i badge di fiducia, potresti voler includere alcune testimonianze sulla tua pagina di checkout, al fine di massimizzarne l’efficacia. Le testimonianze che usi dovrebbero occuparsi degli eventuali problemi dell’ultimo minuto che le persone potrebbero avere quando si tratta di acquistare un prodotto da te. Ad esempio, se avessi una testimonianza che dicesse:

    “L’esperienza è stata così senza stress: hanno felicemente elaborato i miei resi e mi hanno persino fornito un coupon per il mio prossimo acquisto”

È chiaro come un tale testimonial può aumentare la fiducia negli acquisti da una determinata azienda. Ora, ovviamente, le tue testimonianze dovrebbero provenire tutte da persone reali. Ma puoi prendere in giro grandi testimonianze ponendo le domande giuste al momento della raccolta. Ad esempio, “Cosa ti è piaciuto del processo di acquisto” “Cosa ti ha fatto sentire abbastanza a tuo agio da acquistare da noi.” Tieni presente, tuttavia, che non stai cercando di indurre le persone a dire qualcosa qui. Chiedere sempre l’autorizzazione prima di utilizzare una testimonianza su una determinata parte del sito.

3. SEMPLIFICA IL PROCESSO DI PAGAMENTO

C’è anche la possibilità di semplificare la procedura di pagamento. Ad esempio, potresti prendere in considerazione l’idea di rimuovere la necessità che le persone si iscrivano. Fornendo alle persone la possibilità di effettuare il checkout come “ospite”, sarai in grado di attenuare il processo di pagamento. Apple fa un ottimo lavoro in questo, e se hai mai superato il processo di checkout, probabilmente hai sperimentato la loro opzione “Guest Checkout”.

LEGGI L’ARTICOLO: VENDERE VINO E OLIO CON L’EMAIL MARKETING

In effetti, una società è persino riuscita a ottenere un aumento di delle vendite eliminando la necessità di registrarsi prima che un articolo potesse essere acquistato. Tutto ciò aiuta a ridurre l’attrito e quindi rende più facile e meno faticoso svolgere il processo di verifica. Un altro modo per semplificare il processo di pagamento è la riduzione del numero di campi modulo che i potenziali clienti devono compilare.

Puoi anche aggiungere funzionalità che lo rendono in modo che i campi del modulo “necessari” siano più facili da compilare. Ad esempio, se qualcuno sta compilando il proprio indirizzo di consegna, puoi semplicemente fornire un pulsante che consenta alle persone di utilizzare lo stesso indirizzo del loro indirizzo di fatturazione. Inoltre, puoi anche farlo in modo che tutto ciò che devono fare sia inserire il loro codice postale, consentendo loro di selezionare il loro indirizzo da un menu a discesa. Anche se non conta esattamente come rendere più semplice la procedura di pagamento, ti consiglio anche di includere una barra di avanzamento nella tua pagina di pagamento.

image0812

Questo dà alle persone un senso di progresso mentre si stanno muovendo attraverso il processo di checkout e li mantiene impegnati come sanno ora quando il processo finirà.

4. USA L’EMAIL MARKETING

L’altro metodo che puoi utilizzare per far crescere il tuo negozio di e-commerce è l’email marketing. Secondo alcuni l’email marketing ha un R.O.I del 5000%, quindi vale sicuramente la pena spendere un po’ di tempo. I tuoi margini e ricarichi aziendali ne beneficeranno!

Esistono due modi per affrontare l’email marketing per il tuo negozio di e-commerce. Uno è la commercializzazione di un elenco che hai già e l’altro sta creando un nuovo elenco interamente. Se disponi già di un elenco email di clienti, il che è vero per molti negozi di e-commerce perché le persone li forniscono durante il processo di pagamento, sei partito per un buon inizio. Tuttavia, se non disponi già di un elenco email, dovrai prima concentrarti sulla creazione dell’elenco. Puoi farlo indirizzando un po’ di traffico a pagamento verso una pagina in cui puoi convincere le persone ad accedere al tuo elenco di email. Se vuoi farlo bene, potrebbe essere una buona idea condurre un omaggio. Se riesci a creare un omaggio davvero allettante composto dai prodotti che puoi trovare sul tuo sito, puoi chiedere alle persone di inserire il loro indirizzo email per “mettere il loro nome nel cappello”. Omaggi come questo tendono a funzionare davvero bene se si esegue il giusto tipo di traffico verso di loro. E puoi farlo attenendosi ai principi di cui abbiamo discusso in precedenza in questo post. Se il tuo omaggio è impostato correttamente, scoprirai che avrà una vita propria e la promozione del tuo sito non dipenderà completamente dal traffico a pagamento. Quindi, è così che puoi costruire la tua lista email in primo luogo.

Ma cosa puoi fare per generare vendite da quella mailing list? Una soluzione è “Cross selling”. Qui è dove vendi alle persone prodotti complementari a ciò che hanno già acquistato. Quindi, se qualcuno ha acquistato un PC, puoi vendergli una stampante. Non confonderlo con l’upsell. I rialzi sono quando provi a vendere persone con un prodotto di fascia alta. Quindi, se stanno acquistando un PC con 6 GB di RAM e un HD da 1 TB HD, li vendi a una RAM da 20 GB e 2 TB HD. Probabilmente, il cross-selling è più facile da fare via e-mail, poiché l’upselling spesso richiede un po’ di interazione in tempo reale. In ogni caso, considera di inviare e-mail una o due settimane dopo che qualcuno ha acquistato qualcosa da te per promuovere prodotti complementari. Puoi anche utilizzare l’email marketing per promuovere le tue offerte connesse ad eventi stagionali.

Ci sono molti altri eventi stagionali in cui puoi commercializzare i tuoi prodotti. In effetti, a seconda di cosa vende il tuo negozio, potrebbe anche esserci una giornata dedicata al settore in cui ti trovi! Puoi anche eseguire periodicamente le vendite tramite la tua lista e-mail. Ad esempio, potresti fornire una vendita di 48 ore in esclusiva per quelli nel tuo elenco. Quando migliorerai nell’e-mail marketing, sarai in grado di segmentare i tuoi elenchi e promuovere questo tipo di vendite verso le persone che hanno maggiori probabilità di acquistare da te.

5. DIVENTA IL MIGLIORE A MOSTRARE I VANTAGGI DEL TUO PRODOTTO/SERVIZIO

Un’altra cosa che puoi fare per migliorare le vendite dei negozi di e-commerce è mostrare meglio i vantaggi dei tuoi prodotti. Le persone acquistano vantaggi, non funzionalità. Esistono diversi modi per farlo. Forse il modo più ovvio è scattare foto migliori dei prodotti che stai presentando. Scattare foto migliori del tuo prodotto può essere un po’ complicato, soprattutto se non hai esperienza nel mondo della fotografia. Ecco alcuni suggerimenti da tenere a mente, tuttavia. Il primo è assicurarti di scattare le tue foto su uno sfondo di qualità. Nella maggior parte dei casi, farai molta strada utilizzando uno sfondo bianco. Ecco un ottimo esempio di come farlo.

3630-wine-close-up-white-background-free-download-wallpaper-hd

La prossima cosa su cui dovrai concentrarti è usare il giusto tipo di illuminazione. Sfortunatamente, spesso non puoi fare affidamento sul flash fornito dalla tua fotocamera. In alcuni casi, potresti essere in grado di fare affidamento sull’illuminazione naturale. Molti esperti raccomandano, tuttavia, di non usare la luce solare diretta poiché è troppo dura, quindi evita di usare quella forma di luce durante l’impostazione. Ecco un’immagine di un ottimo articolo di Shopify che spiega come dovresti impostare le cose.

image1011

Se non vuoi fare tutto il lavoro fotografico da solo e vuoi trovare un esperto in grado di occuparti di tutto il lavoro per te, considera di visitare gli esperti di Shopify. Qui puoi semplicemente scegliere tra i professionisti e utilizzare la loro esperienza per garantire che i tuoi prodotti appaiano al meglio. Oppure cerca un fotografo professionista di fiducia delle tue zone. Puoi anche utilizzare i video per mostrare i tuoi prodotti. Anche se la creazione di video per il tuo prodotto non deve essere complicata, a volte può comunque essere difficile creare qualcosa che appaia lucido e professionale. Quindi potresti voler prendere nuovamente in considerazione l’idea di chiedere a qualcuno dalla pagina degli esperti di Shopify. Il tipo di video che creerai dipenderà dal prodotto in questione. Ma scoprirai che i video che mostrano le dimensioni del prodotto e le funzionalità del prodotto tendono ad essere davvero utili. E, naturalmente, l’altra cosa che puoi fare è migliorare le descrizioni dei tuoi prodotti. Se non sei abituato a essere un “copywriter”, questa potrebbe essere una strada difficile per te. Quello che vuoi fare è assicurarti che tutto ciò che stai scrivendo sia chiaro e ricco di benefici. È importante scrivere le descrizioni dei prodotti in modo chiaro, in modo che possano essere rapidamente scansionati dalla persona che sta leggendo la pagina. Ogni volta che descrivi i vantaggi, devi avere una conoscenza approfondita di chi sono i tuoi clienti. È quindi possibile stabilire in che modo determinate funzionalità del prodotto aiuteranno le lotte dei clienti. Se vuoi enfatizzare uno dei punti che stai mettendo in evidenza nella pagina, prendi in considerazione l’uso di alcune “Power Words”.

6. IMPLEMENTA GLI UPSELLS

Infine, puoi implementare il potere dei upsell. Ad essere onesti, questo non aumenterà davvero le “Vendite”, ma aumenterà il valore medio degli ordini. Questo perché prenderai quei clienti che acquistano prodotti standard o di base e li indurrai ad acquistare versioni “aggiornate” o “personalizzate” dei prodotti. Gli upsell valgono 20 volte di più rispetto alle vendite incrociate.

LEGGI L’ARTICOLO: COME SVILUPPARE UN RISTORANTE

L’implementazione di una funzione di upsell sul tuo sito web potrebbe sembrare un po’ tecnica, quindi potresti chiedere aiuto a qualcuno che sa come gestire il codice. Non posso davvero dirti cosa vendere, poiché non conosco la tua attività e i prodotti e i servizi che offri. Tuttavia, ci sono ancora alcuni principi a cui è possibile attenersi durante l’upselling. Se stai vendendo un prodotto, l’upselling si riduce semplicemente a mostrare il “prossimo prodotto”. A volte la semplice visualizzazione di questa opzione come opzione incoraggerà le persone ad agire per acquistare l’opzione più costosa. E non fa male fornire alcune informazioni che attireranno le persone a provare l’opzione più costosa. Tali informazioni potrebbero includere le valutazioni e le recensioni del prodotto più costoso. Potrebbe anche includere un confronto delle funzionalità. Potresti anche fornire uno sconto a chiunque decida di scegliere l’opzione più costosa rispetto a quella più economica.

La vendita incrociata può aiutare ad aumentare le vendite di articoli e le entrate, ma potrebbe non essere sempre redditizia come avere una buona strategia di upsell in atto. Ma non c’è motivo per cui non puoi implementare entrambi. Dopotutto, i rialzi e le vendite incrociate hanno contribuito a far sì di aumentare il valore medio degli ordini” del 15% più elevato. Le strategie sopra elencate possono funzionare, ma ti consigliamo di dedicare del tempo per definire in che modo incoraggerai gli acquirenti ad aggiungere più articoli (o articoli più costosi) al loro carrello. Se si desidera ottenere il massimo da upsell e vendite incrociate, potrebbe anche essere necessario introdurre alcune nuove offerte che possono essere vendute a un prezzo più elevato.

CONCLUSIONI

Se sei l’orgoglioso proprietario di un negozio di e-commerce o pensi di esserlo nel prossimo futuro, probabilmente stai cercando tattiche che ti aiuteranno ad aumentare le vendite. Troppe aziende al giorno d’oggi sono inchiodate con un sito inutile che gli esperti ancora spacciano a fior fiori di soldi e quando lo puoi fare con una manciata di euro! Per battere cassa al giorno d’oggi devi far funzionare il tuo sito con applicazione e-commerce e con indicizzazioni degne di grandi posizioni online! Spero che, come risultato della lettura di questo articolo, ora abbia un senso su quali passi puoi fare per raggiungere questo obiettivo. Sia che tu approfitti delle offerte di traffico a pagamento o che decidi di implementare l’email marketing e le opzioni sono molte. Qualunque opzione tu scelga, il suo successo dipenderà spesso da te che conosci bene il tuo cliente. Ad esempio, non puoi eseguire una campagna sul traffico a pagamento, se non sai chi sia il tuo cliente finale. In ogni caso, ora che sei consapevole di ciò che deve essere fatto, tutto ciò che ti resta da fare è iniziare e guardare i suggerimenti menzionati, lavorare per il tuo negozio di e-commerce. Quali tattiche hanno funzionato per te quando si tratta di aumentare le vendite dei negozi di e-commerce?

Buon lavoro!

LASCIAMI IL TUO CONTATTO PER AVERE GRATUITAMENTE:

  • UNA BUSINESS COACHING*
  • ANALISI AZIENDALE*

tre_frecce_rosse_animate

Cliccando su INVIA si autorizza all’invio di newsletter e il consenso alla privacy: ho letto l’infomativa alla privacy e acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi dell´art. 13 D. lgs. 30 giugno 2003, n. 196 e all’art. 13 del Regolamento UE 2016/679. I tuoi dati sono al sicuro e sono trattati in piena conformità alla Legge sulla Privacy n.196/2003 e all’art. 13 del Regolamento UE 2016/679. Potrai cancellarti in qualsiasi momento con un semplice click.

*condizioni

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’articolo è a scopo informativo e si riconoscono eventuali proprietà di
soggetti terzi. Tutte le persone e le società fittizie e ogni riferimento a persone o società esistenti è puramente casuale. Le terze parti (ditte, siti web o prodotti/servizi online e non online) sono citate unicamente a scopi informativi e non costituiscono obbligo o raccomandazione.

2 commenti

  1. Più che un articolo è una bibbia di informazioni professionali. Sei sempre il numero uno per le aziende che scegli di incrementare! Ciao!!!!!!!!!! A presto, Maria

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.